The Meraviglia
MagazineNuovi Social su cui puntare per non restare indietro

Nuovi Social su cui puntare per non restare indietro

Nuovi Social su cui puntare per non restare indietro

I Social Media sono diventati parte della nostra quotidianità: tra gli elementi che hanno contribuito al successo di queste piattaforme di scambio ci sono sicuramente la diffusione della connessione veloce e quella degli smartphone che consentono di accedere al proprio profilo attraverso applicazioni dedicate. 

 

Il mondo dei social è in continua evoluzione, tanto che una delle sue caratteristiche è proprio la dinamicità con cui le piattaforme si alternano, nascono e “muoiono”. Vediamo quindi quali sono i nuovi social da tenere d’occhio per essere sempre aggiornati e sulla cresta dell’onda.

Social media emergenti

Il primo tra i social Media più promettenti è sicuramente Tik Tok: considerato il social dei giovani per eccellenza ha una storia partire. Questa piattaforma cinese originariamente si chiama mical.ly e solo nel 2018, a seguiti di un passaggio di proprietà, ha assunto il nome che conosciamo oggi. Nel 2020, forse con la complicità del Covid e dei cambiamenti nella quotidianità che ha imposto, Tik Tok ha cominciato a crescere in maniera esponenziale. 

Oggi può essere considerato uno dei social media più in voga non solo tra i più giovani, ma anche tra tutti coloro che vogliono mettersi alla prova con formati inediti su altre piattaforme. 

 

Un secondo social media da considerare è sicuramente Reddit: nato come sito per condividere contenuti testuali o ipertestuali, è una sorta di forum all’interno del quale esistono diversi canali tematici che consentono agli utenti di scegliere l’argomento che lo appassiona di più. Anche se ancora poco noto, Reddit sta mostrando grandi potenzialità, soprattutto per il target diversificato che riesce ad intercettare. 

 

Come non citare poi Twitch? Si tratta di una piattaforma di live streaming che ha riscosso un notevole successo soprattutto tra i gamer. Su questa piattaforma vengono trasmessi campionati e tornei di settore con vincite a pagamento. 

 

Parlando di piattaforme social bisogna anche tenere presente che Whatsapp può essere considerato tale: anche se questo nome è legato soprattutto alla piattaforma di messaggistica tra le più utilizzate al mondo, questa app di proprietà del gruppo Meta sta implementando tantissime funzioni che la rendono a tutti gli effetti un social media. 

 

Per comprendere quali siano le ragioni del successo di alcune di queste piattaforme è opportuno considerare quale sia il bisogno che riescono a soddisfare nei propri utenti. Secondo numerosi report di settore, sembra che gli italiani usino i social media per potersi documentare e leggere nuove storie, trascorrendo il proprio tempo libero coltivando nuovi interessi e rimanendo sempre aggiornati su ciò che appassiona. Del resto, il tempo trascorso sulle piattaforme social è sempre molto alto: si parla di circa 1 ore e 47 minuti al giorno (un dato in leggero calo rispetto all’anno precedente le cui stime, tuttavia, risentivano in maniera significativa dei lockdown). Sono sia gli uomini, sia le donne a utilizzare i social, sebbene sembri che siano gli uomini più attivi (50,8% maschi vs 59,2% femmine).

App social più utilizzati in Italia

Secondo il Global Digital Report 2022 di We Are Social in Italia ci sono 43,20 milioni di utenti social media, in aumento del 5,4% (pari a oltre 2 milioni) rispetto all’anno precedente. Il tempo medio trascorso sui Social è di 1 ora e 47 minuti al giorno.  

 

Tra le ragioni che portano le persone a rimanere sui social ci sono: 

– 48% leggere nuove storie

– 46% rimanere in contatto con amici e parenti 

– 46% passare il tempo

– 29% leggere contenuti 

– 26% trovare qualcosa da fare o comprare. 

 

Alla luce di questi bisogni che vengono appagati dalle piattaforme social è facile capire la classifica dei Social più utilizzati in Italia: 

– Whatsapp (39,7%): nata come piattaforma di messaggistica, da quando è entrata a far parte del gruppo Meta ha mantenuto la propria funzione primaria ma ne ha affiancata una nuova relativa all’Advertising. Oltre alla possibilità di usare Whatsapp Business, le aziende si stanno buttando in questo settore con un crescente interesse per le potenzialità che mette a disposizione questa piattaforma. 

– Instagram (21,7%): è tra le piattaforme più amate di sempre. Nonostante le difficoltà nel “tenere a bada” i tanti social rispetto ai quali le sue funzioni si possono sovrapporre – come era stato per Snapchat e poi per TikTok – ad oggi Instagram viene molto apprezzato da svariate categorie di utenti.  

– Facebook (16,4%): anche se alcuni ritengano che sia un social media morto, in realtà i dati relativi alle vendite veicolate da queste piattaforme e il numero di utenti attivi (e nuovi) ogni anno confermano il contrario.  Sicuramente si tratta di un social media fortemente connotato dal punto di vista demografico, ma ciò non toglie che possa essere ancora molto efficace quando inserito nelle strategie di vendita delle aziende. 

– Telegram (5,4%): nato come un ibrido tra social media e piattaforma di messaggistica, oggi si è spostata verso la seconda funzione. Ci sono tante funzioni differenti rispetto alle app concorrenti che lo rendono molto apprezzato: l’interfaccia grafica intuitiva permette di messaggiare con i propri contatti e accedere a gruppi di persone con cui condividere interessi e passioni in maniera rapida ed efficace. 

– Tik Tok (3,4%): come accennato nel paragrafo precedente, questo social visual viene molto amato per il formato dei contenuti proposti. La app che fa concorrenza ad Instagram ha dimostrato numeri impressionanti negli ultimi anni, tanto che alcuni sostengono che costituisca una minaccia per il gruppo Meta. 

– Twitter (2,4%): recentemente acquisito da Mark Zuckerberg è una piattaforma che è stata utilizzata per molto tempo, ma che prima del recente investimento, stava vivendo una fase calante. Probabilmente, le si prospetta di fronte una stagione di nuova crescita. 

 

In conclusione appare evidente quanto le piattaforme Social Media siano importanti non solo per i privati, ma anche per le aziende che desiderano utilizzarle per intercettare l’interesse dei propri clienti in target. 

 

Noi di The Meraviglia, agenzia di comunicazione specializzata nell’ambito moda, sappiamo quanto sia importante per il nostro settore conoscere i Social Media e utilizzarli al meglio. Le maison fashion, le più grandi come quelle emergenti, non possono prescindere da queste app per migliorare il proprio posizionamento, lanciare le nuove collezioni e supportare le vendite.